Circoli di ascolto organizzativo

I Circoli di ascolto organizzativo sono un modo per sviluppare le risorse interne di un’organizzazione e gestire i processi di cambiamento strategico e miglioramento continuo.
Messo a punto nel 2007 nell’ambito di una sperimentazione ministeriale su vasta scala e da allora utilizzato in alcune decine di realtà della PA e in organizzazioni private italiane, il modello offre l’occasione di condividere esperienze, analisi, ipotesi di miglioramento, progetti di sviluppo, allo scopo di far aumentare il livello di partecipazione di tutta l’organizzazione rispetto a una nuova visione relazionale del lavoro.
Si propone, fra l’altro, come modello di facilitazione organizzativa: risulta particolarmente adatto

  • per creare allineamento a livello interdipartimentale
  • per coinvolgere in modo efficace le persone nel processo di cambiamento strategico
  • per incidere positivamente sulle condizioni generali di benessere dell’organizzazione in termini di clima e di relazioni interpersonali.
  • a livello più ampio, per creare progetti di cittadinanza partecipata, com’è avvenuto a Trieste con l’iniziativa Appuntamenti.

La sperimentazione e il modello vengono raccontati nel volume I Circoli di ascolto organizzativo, pubblicato da Rubbettino nel 2007 e disponibile per il download gratuito.

 

L'ascolto come chiave di crescita e miglioramento continuo