VAI AL SITO

15.10.2012

2012_10_15_Cacciatore_The_Village

Il Cacciatore, artista del momento perfetto

Ecco ci arrivati alla 14a settimana del nostro viaggio di scoperta all’interno del mondo di The Village. Abbiamo praticamente incontrato tutti gli abitanti del villaggio (ci manca l’Eroe-Traditore, ma è un po’ un fuori serie), ma ce n’è uno difficile da incrociare, perché di solito nel villaggio non ci sta. Preferisce mimetizzarsi con l’ambiente circostante, per cui potremmo averlo già incontrato durante il nostro viaggio… ma non essercene accorti. Parlo, ovviamente del Cacciatore.

Il Cacciatore affronta situazioni sempre diverse con la capacità di trovare soluzioni mentre insegue la preda in ambienti sempre differenti. Sa adattarsi, perché ne va della sua caccia e della sua efficacia. Riesce a trasformare elementi e oggetti recuperati casualmente in risorse fondamentali e ha la pazienza di scegliere il momento giusto per agire. È dunque la figura che più di ogni altra è in grado di risolvere problemi apparentemente insormontabili in contesti non standardizzati.
Un suo punto di forza è l’adattabilità al variare del contesto. Sa che ogni situazione va apprezzata per la sua unicità e alle regole generali, troppo astratte, preferisce il piacere di lasciarsi assorbire dalla situazione. Il Cacciatore legge gli indizi, coglie i segnali deboli, rispetta il contesto ed è consapevole che la relazione risonante con l’ambiente può rendere più efficace la sua azione.
Orientato al tempo circolare, il Cacciatore attende per ore il momento giusto, che per definizione non si può pianificare. Vive il tempo nella situazione, quindi per lui può essere dilatato o compresso a seconda delle esigenze del momento.

Il Cacciatore esperto esegue spontaneamente le fasi tipiche di una buona caccia: lo studio del terreno e la creazione del piano d’azione. Lo studio, per il Cacciatore, consiste nell’analisi del terreno di riferimento e nell’identificazione delle informazioni rilevanti. Raccolte tutte le informazioni disponibili, le organizza in una gerarchia di importanza, confrontandosi anche con esperti della materia, in modo da tracciare un quadro ben preciso dal quale emergono le informazioni rilevanti che caratterizzano e fondano l’intero sistema. Dalla moltitudine di informazioni vengono pian piano focalizzate solo quelle veramente importanti e fondamentali. Questo processo quasi alchemico di distillazione delle informazioni è l’aspetto fondamentale della fase dello studio.

Dall’analisi all’azione

Le informazioni rilevanti sono le fondamenta su cui il Cacciatore basa le azioni significative che gli consentiranno di raggiungere l’obiettivo. In un processo interno di simulazione, il Cacciatore si rappresenta tutte le possibilità di azione e ne verifica i possibili esiti. Tali simulazioni gli consentono di definire il piano d’azione e così di farsi trovare pronto nel momento in cui dovrà agire.

Per capire il rapporto del Cacciatore con l’ “attimo perfetto” in cui agire ci possono venire in aiuto alcune righe dello scrittore sudamericano Paulo Coelho, divenuto famoso grazie al romanzo L’alchimista. Dal suo libro Manuale del guerriero della luce:

“Un guerriero non coglie mai il frutto ancora acerbo. Un guerriero della luce ha bisogno di pazienza e rapidità… nello stesso tempo. I due maggiori errori di una strategia sono: agire prima del tempo e farsi sfuggire l’occasione. Per evitarli, il guerriero della luce tratta ogni situazione come se fosse unica, e non applica formule, ricette, o risoluzioni altrui”.

Basterà sostituire al soggetto “guerriero della luce” il nostro Cacciatore ed otterremo così una sintesi illuminante sulla sua capacità di cogliere l’attimo perfetto per ogni azione e uno spaccato della sua ulteriore capacità. Se la prima capacità del Cacciatore è lo studio del terreno e la seconda è la predisposizione del piano d’azione, la sua terza capacità è l’adattabilità. Il Cacciatore crede ciecamente nel suo piano d’azione, ne conosce ogni passaggio e ogni significato, ma è pronto a cambiarlo in ogni momento.

 

I contenuti di questo post sono rilasciati con licenza Creative Commons 3.0 (CC BY-NC-SA 3.0).

Tag:

Lascia una risposta

Giovanna Tinunin

Giovanna Tinunin

Autore

Si occupa di storytelling, ascolto e conversazione all’interno delle organizzazioni e segue progetti sulla comunicazione interna ed esterna, in particolare quelli legati al marketing territoriale. Qui la troverete spesso. Se non vi basta, cercatela sul suo social network "preferito", Twitter, come @platipuszen

Archivio post

ottobre: 2017
L M M G V S D
« set    
 1
2345678
9101112131415
16171819202122
23242526272829
3031