face_the_change_prima_edizione2

face the change: il 30 novembre parte la seconda edizione!

Pensavamo che un Master di sviluppo manageriale all’anno fosse sufficiente e invece ci sbagliavamo! Il successo di FACE THE CHANGE è andato così oltre le nostre più rosee aspettative che abbiamo deciso di lanciare entro l’anno la seconda edizione! Il 30 novembre si riparte!

Si riparte. Non si sono ancora concluse le sessioni di lavoro della I edizione del Master per lo sviluppo manageriale FACE THE CHANGE che già siamo in partenza con il secondo. I due percorsi si sovrappongono per qualche settimana, in un bel passaggio di testimone: il gruppo di partecipanti alla prima edizione e quelli della seconda, in partenza, rappresentano il nucleo della Community cui stiamo dando vita in FTC, formata dai partecipanti e da tutte le figure di alto livello che sono entrate in contatto col Master.

 

Dalla condivisione di esperienze alla leadership collaborativa

Fin dal principio, il senso profondo di FTC è stato quello di far incontrare l’enorme bacino di talento giovane presente in tante realtà italiane di eccellenza con l’esigenza di affrontare le sfide della crisi in modo più incisivo e a partire dal concetto di network. I concetti chiave di questo sforzo erano e rimangono rete, talento, interconnessione, scelta, relazioni, confronto, consapevolezza, collaborazione. Possiamo dire che è stato un anno intenso, ma l’abbiamo vissuto nella consapevolezza che si trattava solo della prima tappa di un viaggio la cui meta è la creazione di una rete di relazioni. Col tempo, abbiamo visto crescere e rafforzarsi questo network, al cui interno manager di organizzazioni diverse hanno potuto e voluto confrontarsi, creandosi allo stesso tempo un network personale e professionale cui si sono uniti, lungo il percorso, formatori e coach di successo, ma anche testimonial d’impresa d’eccellenza e mentor di comprovata esperienza e competenza. A conclusione della prima edizione, crediamo di aver raggiunto l’obiettivo che ci eravamo prefissati: condividere le domande per trovare risposte migliori. Risposte a cosa? Alla crisi, innanzi tutto, ma anche alle sfide che la leadership di oggi si trova ad affrontare. Questa, per noi, è la vera leadership collaborativa: fare un pezzo di strada difficile insieme, mettere in comune i problemi e cercare insieme le soluzioni possibili.

Come ci ricorda il direttore scientifico del percorso, Giovanni Tavaglione, “FACE THE CHANGE è uno spazio di lavoro su se stessi e di apprendimento che consente un confronto reale fra esperienze tutte diverse, ma di eccellenza. Un percorso intenso che consente di toccare con mano il modo in cui colleghi provenienti da altre realtà stanno vivendo il processo di cambiamento, avere la possibilità di rivedersi in loro e di fare il punto sul proprio percorso personale e, soprattutto, professionale. Un contenitore capace di far emergere le risposte dal confronto con gli altri e a partire dal proprio talento.”

 

I partecipanti FACE THE CHANGE sono il volto della leadership del futuro

Ogni volta che si immagina un percorso formativo o di sviluppo, si cerca di immaginare il partecipante ideale. Chi sono quindi i partecipanti FTC? In uno dei post in cui vi abbiamo raccontato la nascita del progetto, li abbiamo chiamati “social intrapreneur”.

Con quell’espressione intendevamo riferirci a persone che hanno il giusto livello di voglia, coraggio e capacità per scommettere su stessi e sulla propria crescita professionale, contribuendo allo stesso tempo a cambiare la società dall’interno delle organizzazioni. In altre parole, innovatori sociali che lavorano dal di dentro della macchina aziendale e che, conoscendone a fondo i meccanismi, sanno vedere le potenzialità di miglioramento per la loro organizzazione e, a partire da questa, per l’intera comunità in cui questa si inserisce. Persone che sappiano bilanciare e affrontare con la giusta dose di concentrazione ed entusiasmo sessioni formative, momenti di grande intensità emotiva e altri più conviviali, ma anche condividere con colleghi di altre organizzazioni spunti, esperienze, proposte e trovino l’energia per lavorare seriamente su un project work di sviluppo personale e aziendale. Anche usando linguaggi insoliti, come quello dell’arte o del teatro, tanto per fare un esempio…

Se non avete paura di mettervi in gioco, affrontare momenti sfidanti, confrontarvi col gruppo o fare lezione in contesti inusuali, molto distanti da un’aula formativa, siete i facethechanger che fanno per noi! Se poi siete anche donne, stranieri o under 40, ancora meglio, perché vi aspettano grandi facilitazioni per accedere al percorso!

Hanno percorso insieme il primo tratto di FACE THE CHANGE realtà come Wärtsilä Italia, Electrolux, De Longhi, Acegas Aps – Hera, Moro, Sisma, Terex, Cooperativa Itaca, Gruppo Giovani Imprenditori Udine, Polo Tecnologico Pordenone, Rosa Plast, Lampogas, Asa.

Chi vuole unirsi in questa seconda tappa?

Per approfondire

COS’È FACE THE CHANGE: IL SENSO DI UN PERCORSO

LEGGI L’INTERVISTA A GIOVANNI TAVAGLIONE, DIRETTORE SCIENTIFICO DI FTC

SCARICA la brochure FACE THE CHANGE

 

Per fissare un incontro di conoscenza

Potete contattare direttamente Giovanni Tavaglione, scrivendo a giovanni.tavaglione@dofcounseling.com

 

I contenuti di questo post sono rilasciati con licenza Creative Commons 3.0 (CC BY-NC-SA 3.0).

Sharing is caring!

134 Comments


Fatal error: Call to undefined function the_comments_navigation() in /wp-content/themes/fino-pro/comments.php on line 38