VAI AL SITO

30.08.2012

2012_08_30_Fondazione_Luchetta

DMAV per la Fondazione Luchetta Ota D’Angelo Hrovatin

Abbiamo già cominciato a raccontarvi che venerdì 7 settembre torniamo a Pordenone con DMAV #0030 Home. Something little in this town

Oggi, vorrei parlarvi meglio dell’iniziativa e del perché abbiamo deciso di coinvolgere una Fondazione benefica nella sua realizzazione. Qualcuno ci ha chiesto perché abbiamo deciso di riproporre le opere di Home e di farlo a Pordenone. In fondo, chi ha partecipato all’inaugurazione di Fab! ha già avuto modo di ammirarle e questo è vero: proprio in quell’occasione abbiamo incontrato il Sindaco di Pordenone e da lì è nata l’idea di trovare un modo per allargare il pubblico e dare la possibilità ai pordenonesi di ritrovare spicchi della loro città in un progetto artistico e sociale che a Pordenone nasce e affonda le sue radici. Nelle immagini fotografiche, fra un micronauta e l’altro, si indovinano infatti la sagoma del Teatro Verdi, le rose di Parco Galvani e altri luoghi cittadini (su Facebook si può vedere la gallery del backstage, dove sono riconoscibili molti scorci). Dato che il 29 giugno le opere sono state esposte per qualche ora soltanto, l’idea era quella di dare ai pordenonesi che non erano presenti l’opportunità di visitare la mostra e riconoscersi, in quanto comunità, in un progetto di Social Art nato per valorizzare il territorio e creare una rete per l’innovazione sociale.

Una volta deciso di riproporre le opere di Home a tutta la città, abbiamo pensato – insieme agli amici della Coop. Itaca – che sarebbe stato bello legare l’evento a un’iniziativa benefica. Ed ecco perché il progetto Home viene realizzato in partnership con la Fondazione Luchetta Ota D’Angelo Hrovatin di Trieste.

La Fondazione Luchetta Ota D’Angelo Hrovatin è nata nel 1994 come Comitato in memoria dei giornalisti Marco Luchetta, Sasha Ota e Dario D’Angelo, inviati RAI uccisi da una granata a Mostar quello stesso anno. Stavano realizzando uno speciale per il TG1 sui bambini vittime della guerra nell’ex Jugoslavia. Sempre nel ’94, viene ucciso a Mogadiscio, in Somalia, l’operatore Miran Hrovatin. Il Comitato diventa Fondazione, intitolata a tutti e quattro. Scopo della Fondazione (che ha ricevuto in seguito la qualifica di Onlus) è quello di aiutare in prevalenza bambini malati che vivono (o hanno vissuto) al fronte e le loro famiglie. Bambini che necessitano di cure mediche urgenti e interventi che non potrebbero avere nei loro paesi e che arrivano in Italia da ogni parte del mondo: Albania, Algeria, Bielorussia, Bosnia, Cecenia, Etiopia, Libia, Nigeria, Somalia sono sono alcuni dei paesi di provenienza, triste specchio di quanti sono ancora nel mondo i teatri di guerra e i contesti territoriali in cui non è possibile accedere ai servizi di assistenza minimi, nemmeno per i bambini. Ospitati nelle strutture di accoglienza e nelle foresterie messe a disposizione dalla Fondazione e gestiti da volontari, queste famiglie vengono sostenute nelle spese mediche, di viaggio e di permanenza nel nostro paese [Per essere sempre aggiornati su tutte le attività in corso, vi consigliamo di iscrivervi alla Newsletter.]

Il primo Centro di accoglienza è stato inaugurato nel 1998 a Trieste ed è proprio quello di via Valussi, alla cui ristrutturazione speriamo di contribuire il più possibile e per cui chiediamo l’aiuto di tutti.

Come potete aiutarci ad aiutare la Fondazione? Parte dei proventi derivanti dalla vendita delle opere di Home esposte durante la mostra verrà utilizzata per il recupero della Casa di Accoglienza. L’iniziativa riguarda tutte le opere di Home che verranno vendute nelle prossime tappe espositive in giro per l’Italia e attraverso la Gallery dedicata sul sito Dalla maschera al volto, dove si possono vedere le opere e conoscerne i dettagli. Vi invitiamo quindi a passare da Palazzo Badini fra il 7 e il 15, per vedere da vicino le opere o a visitare il sito DMAV se non riuscite a passare a Pordenone.

Info sulla mostra

VENERDÌ 7 SETTEMBRE presso Palazzo Badini
Piazzetta Cavour, Pordenone
h 18.00 – 21.00
Apertura al pubblico da sabato 8 settembre a sabato 15 settembre dalle 10.00 alle 13.00 e dalle 16.00 alle 20.00

Link utili

Sito della Fondazione Luchetta Ota D’Angelo Hrovatin
Post
su DMAV #0030
Backstage
del set fotografico DMAV #0030
Sito Dalla maschera al volto 

 

Tag:

3 Risposte a “DMAV per la Fondazione Luchetta Ota D’Angelo Hrovatin”

  1. maria farina. scrive:

    Vorrei aiutarvi,mettetevi in contatto con me. Grazie.

  2. Alessandro Rinaldi scrive:

    Buongiorno, grazie averci scritto. Le ho inviato una mail. Buona giornata!

  3. Alessandro Rinaldi scrive:

    Buongiorno Maria,
    per sicurezza: ha ricevuto la nostra mail?
    buona giornata
    Alessandro Rinaldi

Lascia una risposta

Alessandro Rinaldi

Alessandro Rinaldi

Autore

Alla guida di DOF, in equilibrio tra social art e percorsi di sviluppo delle persone, lavora su progetti di crescita delle comunità sociali attraverso l’arte e i modelli di apprendimento centrati sull’esperienza. Fondatore di diversi collettivi artistici, sul nostro blog ci racconta i viaggi di esplorazione e le incursioni nel mondo - aziendale e non - di DMAV Social Art Ensemble. Rintracciabile anche su Twitter come @meet_AR

Archivio post

giugno: 2017
L M M G V S D
« set    
 1234
567891011
12131415161718
19202122232425
2627282930